Carta Postepay Impresa

PostePay Impresa è la carta prepagata ricaricabile perfetta per gli imprenditori – già titolari di un conto corrente postale – che vogliono aprire un canale diretto con i propri dipendenti e semplificare l’accredito di stipendi e rimborsi. Semplice e pratica da usare è richiedibile dirittamente online sul sito poste.it.

In pratica, grazie a questa carta prepagata, ogni azienda può fornire ai propri clienti e collaboratori uno strumento di pagamento che possiede tutte le funzionalità di una PostePay Standard. Ad esempio consente pagamenti POS -anche in modalità Contactless-, ma anche il prelievo di denaro contante negli ATM di qualsiasi parte del mondo.

Non ha un codice IBAN e il suo plafond è limitato. Nonostante questo, la carta è uno strumento utile e sicuro per avere sempre con sé un piccolo deposito di denaro, facilmente gestibile grazie alle due app dedicate.

carta prepagata postepay inpresa

PostePay Impresa può essere inoltre personalizzata: ogni carta può infatti mostrare il nome, il logo e persino i colori dell’azienda.

caratteristiche postepay impresa

Quali sono i limiti della PostePay Impresa

La carta PostePay Impresa ha un plafond di 3.000€. Entro questa cifra è possibile effettuare liberamente ricariche sul conto, pagare i propri acquisti e prelevare denaro contanti dagli Uffici Postali.

Su tutte le altre operazioni sono imposti dei limiti di utilizzo. Ovvero:

  • prelievi da ATM: max 500€ come previsto dalle normative di sicurezza europee
  • pagamento con PosteID: 15€
  • ricarica SIM PosteMobile: 1.000€ da APP BancoPosta e APP PosteMobile; 500€ da APP PostePay
  • invio denaro in con la funzione Postepay P2P: 200€ ad operazione

Quali sono i costi della PostePay Impresa

Il costo di rilascio di PostePay Impresa è di 2,50€, una spesa che è però a carico dell’azienda e non del titolare della carta. Per il resto l’intestatario è tenuto al pagamento di commissioni imposte su alcune delle operazioni.

Ordina la carta prepagata Hype

Ad esempio per i prelevamenti di denaro contante, i costi sono di:

  • 1€ da ATM Postamat e Ufficio Postale
  • 1,75€ da ATM bancario
  • 5€ + 1,1% da ATM estero in altra valuta

La maggiorazione dell’1,1% sul tasso di cambio è prevista anche sui pagamenti in valuta estera. I pagamenti in Euro però sono completamente gratuiti.

Per quanto riguarda invece le ricariche sul conto della PostePay, la commissione varia in base alla modalità di caricamento. Infatti si paga:

  • 1€ da ATM Postamat con carta PostePay, da Ufficio Postale, con un porta lettere munito di POS, online tramite siti web (www.poste.it o www.postepay.it) e app dedicate
  • 2€ da ATM Postamat con carta PagoBANCOMAT e nelle ricevitorie convenzionate
  • 3€ da ATM Postamat ma con una carta di un altro circuito

Non ci sono particolari costi di gestione, ad eccezion fatta per il servizio accessorio delle notifiche SMS. In quel caso il costo degli SMS, imposto comunque dall’operatore telefonico di riferimento, è di circa 0,25€ per messaggio.

Come verificare il saldo PostePay Impresa

Il saldo del conto può essere verificato online attraverso l’Area Privata dei due siti di riferimento (www.poste.it e www.postepay.it) o utilizzando le app Postepay disponibile sia per smartphone Android che iOS.

Ovviamente, è possibile consultare il saldo di PostePay Impresa anche rivolgendosi presso l’Ufficio Postale più vicino, oppure utilizzando un ATM Postamat.

Anche il servizio SMS di notifiche consente di ricevere informazioni sul saldo disponibile. Per attivarlo basta accedere alla sezione apposita via app o sito web.

Come ricaricare la PostePay Impresa

La ricarica di PostePay Impresa può essere eseguita in contanti oppure attraverso una carta di pagamento appartenente ad un altro circuito (Postamat, PagoBANCOMAT, Visa Electron, MasterCard, etc.).

Si può aggiungere un importo utilizzando uno dei canali messi a disposizione da Poste Italiane, ovvero:

  • Uffici Postali
  • ATM Postamat
  • porta lettere dotato di POS
  • ricevitorie convenzionate con Lottomatica Servizi e Banca 5
  • siti web: www.poste.it e www.postepay.it
  • app dedicate: APP PostePay e APP BancoPosta

Come richiedere PostePay Impresa

richiesta e attivazione postepay impresa

Per richiedere PostePay impresa, prima l’azienda deve necessariamente sottoscrivere il servizio di carte prepagate per aziende. Per farlo basta fissare un appuntamento con un consulente nell’Ufficio Postale più vicino. L’appuntamento si può prenotare già sul sito.

Effettuato questo passaggio, l’azienda può fare richiesta di un certo numero di carte prepagate attraverso la piattaforma web Corporate Banking di Banco Posta.

Saranno poi i dipendenti dell’azienda a cui sono destinate ad occuparsi dell’attivazione della carta. Una procedura che va portata a termine presso un Ufficio Postale.

È bene ricordare che il servizio può essere sottoscritto solo da chi è titolare di un conto corrente BancoPostaImpresa, Office, In Proprio, o un conto corrente BancoPosta Affari.

Conclusioni

Concludendo: Postepay Impresa è la risposta di Poste Italiane al contante. È stata pensata per le aziende che hanno bisogno di un modo economico, pratico e veloce per pagare i propri dipendenti ed al contempo fornire ad essi una carta che permetta loro di ricevere rimborsi delle spese sostenute in ambito lavorativo.

La carta deve essere richiesta dall’azienda prendendo un appuntamento con un consulente presso l’ufficio postale più vicino. Una volta sottoscritto il contratto può richiedere un certo numero di carte attraverso il sito bancopostaimpresaonline.poste.it e successivamente attivarle presso un ufficio postale. La prepagata può essere ricaricata sia dalla azienda che dal titolare della stessa.

Alternative alla carta Postepay Impresa

Stai cercando una prepagata? Prima di decidere quale scegliere tra le tante oggi disponibili ti consigliamo di leggere le nostre recensioni. In particolare, consulta la nostra classifica delle migliori carte prepagate con IBAN.

Fonte: postepay.poste.it postepay impresa