Carte Prepagate Gratuite

Quali sono le migliori carte prepagate gratuite presenti nel panorama delle prepagate italiane? In questa sezione del sito è possibile trovare le recensioni delle migliori carte prepagate a costo zero ordinate dalla migliore a scendere.

Per stilare questa classifica, sono stati presi in considerazione i diversi aspetti delle carte che ne determinano la loro gratuità, ovvero: l’assenza di un canone mensile o annuo, nessun costo di emissione oppure costo di rilascio ridotto, costi bassi o inesistenti per effettuare le principali operazioni.

Se preferisci andare direttamente alle recensioni, puoi farlo pigiando il pulsante posto subito qui sotto.

Cosa si intende per carta prepagata gratuita?

Intanto bisogna partire dal presupposto che, quando si parla di carta prepagata gratuita, ciò che principalmente si intende è una carta che non prevede costi di mantenimento. In altre parole, nessun canone mensile o annuale da pagare all’ente per tenere aperto il conto.

Questo vuol dire che comunque sono impliciti altri tipi di costi. Ci potrebbero essere ad esempio costi di emissione o spedizione, ma anche commissioni relative all’utilizzo della carta, come per esempio quelli imposti sul prelievo di denaro contante, oppure le tariffe sulle ricariche e le maggiorazioni sul tasso di cambio, e così via.

Esistono comunque delle carte prepagate completamente gratuite. Ossia carte, i cui unici costi sono quelli imposti sulle operazioni effettuate mediante terzi, come le ricariche in ricevitoria. All’interno della classifica si è tenuto conto anche delle carte di questa tipologia.

Vantaggi delle carte prepagate gratuite

Trattandosi di carte prepagate gratuite, è chiaro che il primo vantaggio è rappresentato dall’assenza di costi fissi. Questo consente una maggiore libertà nella gestione delle proprie finanze.

Inoltre, molte carte includono anche una serie di servizi specifici che vengono offerti gratuitamente dall’ente di rilascio. È possibile dunque ottenere il massimo dalla propria prepagata ma con il minimo dispendio di denaro.

Le carte prepagate gratuite infatti non hanno nulla da invidiare alle carte con canone. Al pari di esse ad esempio possono essere gestite da remoto, attraverso app dedicate o servizi di Home e Phone Banking.

Presentano inoltre moltissime funzionalità evolute. Uno di questi è il pagamento in modalità Contactless, ovvero la possibilità di pagare i propri acquisti da terminale POS senza dover necessariamente digitare il codice PIN, purché la spesa sia inferiore a 25€.

Ci sono poi carte prepagate gratuite dotate di codice IBAN e che possono quindi disporre bonifici in entrata ed in uscita, a volte anche nell’area Extra SEPA. Molto spesso i bonifici in uscita sono eseguibili gratuitamente, sia allo sportello della filiale che via internet.

Fra le prepagate gratuite, ne esistono alcune che consentono addirittura pagamenti da smartphone e smartwatch. Si tratta di una funzionalità ancora non troppo diffusa fra le carte prepagate; non tutte infatti permettono questa tipologia di pagamento. Quelle supportate dai sistemi di mobile payment come Apple Pay, Google Pay e Samsung Pay invece possono essere utilizzate direttamente dal telefono o dal proprio orologio smart dotati di tecnologia NFC.

E non bisogna dimenticare che possono essere utilizzate anche all’estero. Le carte prepagate gratuite, come qualsiasi altra carta di pagamento, usano circuiti di pagamento internazionali, come MasterCard o VISA. Grazie a questi ultimi, possono effettuare operazioni di pagamento e prelievo in ogni parte del mondo. In questo modo è possibile avere sempre con sé un valido strumento di pagamento utilizzabile in qualunque momento a costi bassissimi.

Ad ogni modo i benefici legati ad una carta prepagata gratuita sono molteplici, e soprattutto possono rispondere ad esigenze diverse. Per tale motivo, il consiglio è quello di leggere le recensioni che si trovano su questo sito, così da avere un quadro generale e poter scegliere in tranquillità la carta che fa per noi.

Quali sono le differenze tra carte gratuite e quelle con canone?

In generale, non ci sono differenze sostanziali fra le carte prepagate gratuite e quelle che invece richiedono il pagamento di un canone mensile.

Spesso sono le banche tradizionali a mettere in commercio prepagate con canone di mantenimento. Questo perché si tratta di banche meno competitive, che non hanno bisogno di attirare una nuova clientela e il cui nome è tanto rinomato da costituire una sorta di garanzia per chi è alla ricerca di una nuova prepagata.

Le nuove banche invece, specie quelle virtuali, offrono invece strumenti di pagamento più flessibili e soprattutto gratuiti. Va ricordato che le carte prepagate gratuite sono facili da gestire e rappresentano un’attrazione maggiore per i nuovi clienti e per chi vuole una carta che sia meno impegnativa.

È chiaro però che le carte con canone di mantenimento possono includere maggiori servizi. Non a caso, spesso le società che rilasciano le carte offrono due soluzioni alternative: una gratuita con i servizi base, in grado comunque di svolgere le principali operazioni bancarie, un’altra a pagamento con qualche vantaggio in più.

Ad una carta prepagata con canone può essere infatti associata una copertura assicurativa per imprevisti come spese mediche all’estero, smarrimento di bagagli o ritardo di un volo. Oppure consentono di effettuare operazioni in valuta estera anche gratuitamente. Senza dimenticare che dispongono spesso di plafond molto più ampi rispetto alle carte prepagate gratuite.

Nonostante ciò, non è detto che una carta con canone sia la soluzione migliore. Prima di scegliere è bene valutare le proprie esigenze, ovvero quali funzionalità richiediamo da una carta. Solo in seguito sarà possibile capire se vale la pena spendere un po’ di più oppure optare per una soluzione a costo zero.

Per chi sono pensate le prepagate gratuite

Tutti possono scegliere una carta prepagata gratuita e avere accesso ad uno strumento di pagamento completo pur risparmiando molto sui costi di gestione.

Ad ogni modo una carta a costo zero, o con costi ridotti, è la scelta più giusta quando non si ha ancora dimestichezza con la gestione di un conto. Per questo motivo potrebbe essere ideale per i più giovani -anche minorenni, se la carta lo consente- e i più anziani, che hanno bisogno di un conto su cui farsi accreditare la pensione, operazione possibile se la carta dispone di un codice IBAN.

In generale, è consigliabile per chi ha bisogno di una prepagata per un uso sporadico e personale.

Recensioni delle migliori carte prepagate gratuite

Carta N26

La carta N26 è tra le migliori carte prepagate con conto oggi disponibili sul mercato. Nella versione standard è gratuita, infatti, non prevede nessun costo di attivazione ne canone mensile. Scopri di più, leggi la recensione completa.

Carta Hype

Nel panorama delle carte prepagate emesse da banche italiane, la carta Hype è certamente la più smart. Contactless e compatibile con Google Pay, Hype permette di effettuare pagamenti in modo rapido e sicuro. Scopri di più, leggi subito la recensione della carta Hype!

Carta DB ContoCarta

Si tratta di una prepagata con conto a costo zero. DB Contocarta soddisfa molti requisiti ormai indispensabili per la maggior parte degli utenti: ha l'IBAN, è Contactless e ha l'app dedicata disponibile per sistemi iOS e Android.

Carta Revolut

La carta Revolut, con le sue funzioni evolute è senza dubbio una delle migliori prepagate oggi disponibili. Si tratta di una carta prepagata innovativa, infatti è dotata di IBAN e quindi consente di fare e ricevere bonifici, domiciliare stipendi e utenze. Permette anche di operare con valute diverse dall'Euro e consente addirittura di acquistare criptovalute.

Carta PayPal

È una delle carte messe a disposizione da Lottomaticard e può essere acquistata in una qualsiasi ricevitoria convenzionata. Si tratta della carta PayPal, con il suo plafond abbastanza ampio rappresenta uno strumento comodo per ricevere ed effettuare pagamenti sia in Italia che all’estero.

Carta Jeans

Può essere richiesta direttamente online, dura 5 anni ed è utilizzabile per ogni tipo di acquisto. Stiamo parlando della Carta Jeans, una prepagata nominativa abbastanza versatile: non prevede spese di pagamento tramite POS, può essere caricata attraverso vari canali e non ci sono canoni da pagare.

Carta UniCreditCard Click

Ha una validità di 3 anni e non richiede ne un canone mensile ne annuale. La prepagata ricaricabile di UnicreditCard Click di fare acquisti tramite sistema contactless, prelevare contante dagli ATM sia quelli italiani che esteri. È anche una prepagata per minorenni, può essere richiesta da questi ultimi purché abbiano compiuto 14 anni.

Carta c/Conto

La carta prepagata c/Conto è emessa dal Gruppo Banca Popolare di Vicenza (BPV) e può essere usata come carta a sé stante oppure in relazione al conto corrente, grazie alla presenza dell’IBAN. È possibile dunque svolgere diverse operazioni: bonifici, accredito di stipendio e pagamento delle bollette. 

Carta CompassPay

Viene emessa dal Gruppo Mediobanca Compass, la carta prepagata ricaricabile con IBAN CompassPay. Si tratta di una carta di pagamento con funzionalità di conto corrente, che si può anche gestire interamente online tramite sito web o app MyCompass, disponibile per Android e iOS.

Carta Hello! Free

Pensata per chi ha un conto corrente presso Hello Bank, la nuova prepagata emessa da BNL è Carta Hello! Free. A rendere accattivante la ricaricabile sono non solo i costi di gestione ridotti, ma anche le operazioni effettuabili e le funzioni evolute.