Le carte prepagate sono comodi strumenti di pagamento che permettono di svolgere operazioni bancarie utilizzando esclusivamente il credito precaricato sulla stessa.

Fatta eccezione per le carte usa e getta, le prepagate possono essere ricaricate più volte ed utilizzate per ritirare contanti, pagare tramite POS ed effettuare acquisti online.

Ora, prima di andare avanti nella guida alla scelta della migliore carta prepagata, è bene conoscere le due macro categorie che distinguono il mondo delle carte di pagamento ricaricabili, ovvero: le carte semplici e le carte con IBAN, conosciute meglio come carte conto.

Differenze tra carte prepagate semplici e carte con IBAN

Carte prepagate semplici

Sono quelle carte di pagamento che consentono di fare acquisti nei negozi fisici e online e di prelevare denaro presso sportelli automatici.

Carte prepagate con IBAN

Sono le carte con IBAN, le quali, avendo questo codice, possono ricevere bonifici e quindi vi si può ad esempio far versare lo stipendio, la pensione come anche fare bonifici.

Fatte le dovute distinzioni, per tutti coloro che vogliono arrivare subito al dunque, ecco subito classifica delle TOP 5 migliori carte prepagate scelte dal nostro team. Vediamole!

Per classificare le migliori carte sono stati utilizzati i seguenti criteri: le migliori condizioni economiche, ovvero: costi di mantenimento assenti o comunque contenuti, servizi offerti e facilità di utilizzo. Iniziamo con la carta che si è aggiudicata di diritto il podio come migliore carta prepagata.

Top 1. migliore carta prepagata – Conto N26

Carta N26 Standard

N26 mette a disposizione tre diverse carte di cui suggeriamo la versione base perché è completamente gratuita: niente costi per averla consegnata direttamente a casa e nessun canone mensile per mantenerla operativa, insomma, è gratis! A seguire tutti i dettagli.

È una carta di pagamento con IBAN che permette di prelevare denaro da ATM ovunque nel mondo e di pagare con qualsiasi valuta.

  • non ha costi di emissione o mantenimento;
  • plafond 50.000 euro;
  • limite di spesa giornaliero 5.000€ massimo mensile 20.000€;
  • limite di prelievo contante giornaliero 2.500€ massimo mensile 20.000€;
  • pagamenti e i prelievi da ATM sono gratuiti;
  • in prelievi in valuta estera hanno una maggiorazione dell’1,7%;
  • possiede l’app dedicata sia per sistemi Android che iOS (iPhone);
  • supporta i pagamenti Contactless;
  • supporta Apple Pay e Google Pay.

N26 richiedibile online ed è completamente gestibile tramite app per dispositivi mobili e la web app fruibile da pc e portatili. Inoltre supporta Google Pay e Apple Pay

Secondo il parere della nostra redazione, la migliore carta prepagata oggi disponibile sul mercato è la carta conto N26.

Top 2. Carta Hype

Carta Hype è una prepagata dotata di tecnologia Contactless emessa da Banca Sella, che consente di gestire le proprie spese da dispositivo mobile, grazie all’app dedicata. Di questa carta ne esistono due versioni.

La versione Hype Start è a costo zero. Permette di pagare i propri acquisti, prelevare denaro da ATM ma anche di inviare e ricevere bonifici grazie al codice IBAN di cui è dotata.

Costi della carta Hype

  • la Hype Start è gratuita, la versione Plus costa 10€;
  • nessun canone previsto;
  • pagamenti POS e prelievi gratuiti.

Top 3. Carta Viabuy

VIABUY è una carta di credito prepagata dotata di codice IBAN che si ordina e si attiva online, direttamente dal sito ufficiale. Viene spedita nell’arco di 24 ore e può essere personalizzata scegliendo un colore e un nome da stampare in rilievo.

Costi della carta Viabuy

  • 69,90€ per il rilascio della carta
  • 19,90€ di commissione annuale
  • pagamenti POS gratuiti
  • 5€ per prelievi da ATM

Top 4. DB Conto Carta

La prepagata DB ContoCarta è una carta a costo zero con IBAN destinata a chi non è ancora cliente di Deutsche Bank. Supporta anche la tecnologia Contactless.

Costi della DB ContoCarta

  • nessun costo di attivazione o mantenimento
  • prelievi e pagamenti gratuiti
  • 3€ per le ricariche presso ricevitorie Sisal

Top 5. PostePay

Carta PostePay Standard

Emessa da Poste Italiane Postepay è la carta più famosa ed utilizzata in Italia. Ha 2 circuiti di pagamento: quello nazionale Postamat e quello internazionale Visa. Consente pagamenti e prelievi presso ATM appartenenti al circuito, e può essere ricaricata anche a domicilio tramite il portalettere.

Nella sua versione standard, PostePay non può disporre di bonifici in entrata e in uscita perché sprovvista di codice IBAN. Può essere richiesta presso qualsiasi Ufficio Postale e gestita sia da remoto, tramite app e sito, che allo sportello delle poste. I suoi costi sono inoltre ridotti.

  • 5€ per il rilascio
  • 5€ di prima ricarica obbligatoria
  • nessun canone mensile
  • 1€ per il prelievo da ATM Postamat
  • pagamenti POS gratuiti

È disponibile anche PostePay in versione Evolution: ha le stesse funzionalità della sua versione standard, ma è associata ad un codice IBAN e può essere utilizzata quindi come un conto corrente postale. Inoltre è supportata dal sistema di mobile payment Google Pay.

Caratteristiche che accomunano le migliori carte prepagate

A differenza di una carta di credito o di una carta revolving, una prepagata presenta molteplici vantaggi che la rendono preferibile a qualsiasi altro sistema di pagamento.

Vantaggio N. 1: Praticità di utilizzo ed economicità. Gestire una carta prepagata è semplicissimo. La si può richiedere presentando un documento d’identità, con una procedura che spesso è eseguibile anche online, e si può effettuare il recesso gratuitamente in qualsiasi momento.

Vantaggio N 2: Controllo del credito disponibile. Una carta prepagata consente di spendere soltanto il credito disponibile sul conto. In tal modo è possibile tenere sotto controllo le spese e gestire comodamente le proprie finanze.

Vantaggio N3: Sicurezza. Ogni carta prepagata è dotata di numerosi sistemi di sicurezza attiva e passiva. Oltre al PIN e al codice di sicurezza CVV, le carte si avvalgono anche del 3D SecureCode per i pagamenti online e di servizi accessori per controllare le spese, come l’SMS Alert, lo Spending Control e i limiti d’operatività su base geografica.

Vantaggio N4: funzionano ovunque. Qualsiasi carta fa parte di un circuito di pagamento internazionale. Questo le consente di essere utilizzata in qualsiasi parte del mondo, sia per pagare nei negozi che per il prelievo di contanti, anche in valuta estera.

Come scegliere la migliore carta prepagata

Prima di scegliere la carta più adatta, è necessario avere un’idea chiara sulle due macro categorie che compongono l’universo delle carte prepagate. Esse si dividono infatti in carte semplici e carte con IBAN, ed è bene capire quali sono le funzionalità di una e dell’altra.

Si tratta di un passaggio importantissimo. Le due categorie riguardano infatti un aspetto fondamentale delle carte di pagamento, ovvero la possibilità di svolgere determinate operazioni bancarie.

Se si è alla ricerca di uno strumento per pagare acquisti e avere sempre a disposizione un piccolo deposito di denaro, una carta semplice è forse quella più adatta.

Al contrario, chi desidera una carta per ricevere lo stipendio, la pensione o altri pagamenti via bonifico ha bisogno di una carta con ampio plafond e con funzioni di conto corrente. In altre parole deve scegliere una prepagata dotata di un codice IBAN.

Tipologie di prepagate esistenti

Di seguito, elenchiamo le principali tipologie di carte prepagate disponibili in Italia, suddivise per categorie ognuna delle quali tiene conto di una particolare funzionalità di cui la carta è dotata.

Carte gratuite. Alcune carte non prevedono costi di emissione né tanto meno di mantenimento, mentre molto operazioni effettuabili sono offerte gratuitamente o a costi ridotti.

Carte semplici La versione standard, ovvero la carta di pagamento senza codice IBAN che permette di fare acquisti nei negozi fisici e online, ma anche di prelevare denaro da uno sportello automatico.

Carte con IBAN. Una carta di questo tipo da la possibilità di eseguire, oltre ai pagamenti POS e al prelievo di contanti, anche bonifici e accrediti sul conto. In generale, si può dire che con queste prepagate, si possono fare quelle operazioni finanziarie una volta fattibili solo con un conto corrente.

Carte con funzione contactless. Le carte che sfruttano la tecnologia Contactless permettono di pagare mediante POS senza digitare il codice PIN, purché il valore degli acquisti resti inferiore ai 25€.

Carte che supportano Apple Pay. Queste sono carte che possono essere virtualizzate sui dispositivi mobili. Possono essere utilizzare per effettuare pagamenti da smartphone, smartwatch o altri dispositivi dotati del chip NFC. Stessa situazione per le carte che supportano Google Pay. e le carte che supportano Samsung Pay.

Carte per minorenni. Queste carte hanno un plafond di utilizzo molto limitato per aumentarne la sicurezza. Vengono rilasciate ad utenti che non hanno ancora raggiunto la maggiore età a patto che, vi sia l’autorizzazione di un genitore o di un tutore.

Carte per liberi professionisti ed aziende. Sono carte destinate a chi è in possesso di una Partita Iva oppure è titolare di un’azienda. Alcune prepagate servono precisamente allo scopo di gestire le spese aziendali o pagare i propri collaboratori o dipendenti.