La Postepay è sicura?

Sì, la Postepay è sicura. Va anche detto però che, in alcuni casi, l’inviolabilità della stessa dipende in parte dal corretto uso della carta. Comportamenti inappropriati, infatti, possono mettere a rischio la prepagata nonostante questa abbia, di suo, un elevato standard di sicurezza.

Ci sono diversi fattori che possono indebolire la sicurezza di una carta Postepay, ma seguendo alcune precauzioni, questi rischi possono essere arginati o addirittura eliminati.

Per essere più precisi, è necessario distinguere tra due tipi di minaccia alla sicurezza possibili: quelli dovuti alle attività svolte con la carta fisica, e quelli che derivano da una gestione impropria quando si effettuano acquisti online.

In questo articolo guida, ti spiegheremo come gestire la sicurezza della Postepay seguendo le regole d’uso consigliate e le precauzioni da prendere per evitare truffe e frodi di vario genere. Iniziamo.

postepay sicura

Quanto è sicura la Postepay?

La Postepay è molto sicura. Con l’introduzione dell’autenticazione a due fattori – “Strong Authentication” – (2FA) il livello di sicurezza della carta è aumentato esponenzialmente. L’uso di questa tecnologia, resa obbligatoria dal 1° gennaio 202 con l’applicazione della direttiva europea PSD2 “Payment Service Directive 2”, consente a tutti di avere un livello di protezione contro le truffe estremamente alto, questo anche contro gli attacchi più subdoli.

In cosa consiste l’autenticazione a due fattori? Ebbene, fondamentalmente la “Strong Authentication” (2FA) consiste in un doppio processo di identificazione. In poche parole, l’utente deve superare due fattori di autenticazione per verificare la propria identità.

Quali sono i due fattori di autenticazione? Nel caso della Postepay i fattori di autenticazione variano a seconda del tipo di strumento utilizzato per pagare gli acquisti online. Nel caso si abbia attivata la app Postepay sul proprio smartphone, il fattore di autenticazione che si andrà ad utilizzare per confermare il pagamento una volta ricevuta la notifica dalla app è il Codice PosteID o Impronta Digitale.

Diversamente, se non si ha installata la app sul proprio telefono, la sicurezza della Postepay rimane alta perché, per confermare un pagamento, occorrerà utilizzare il codice OTP (One Time Password) che viene inviato tramite SMS sul numero telefonico precedentemente associato alla Postepay.

Preso atto di quanto detto poc’anzi, possiamo affermare che allo stato attuale, grazie all’autenticazione a due fattori, effettuare una truffa Postepay ad oggi e molto più difficile di quando tale procedura non era stata resa attiva.

Come rendere sicura la Postepay?

A seconda dei casi, per rendere sicura la Postepay (oltre alla doppia autenticazione) bisogna conoscerne tutte le caratteristiche che, se utilizzate correttamente la rendono, nella maggior parte dei casi, inviolabile.

Ecco alcuni link a guide utili per capire come rendere più sicura la tua Postepay:

  1. Codice di sicurezza CVV;
  2. Sicurezza Web Postepay;
  3. Sicurezza Verified by Visa Postepay;
  4. Cambio password della Postepay;
  5. Blocco della carta Postepay.

Come si può notare c’è un gran numero di caratteristiche e funzioni da conoscere se si desidera avere la massima sicurezza quando si utilizza una Postepay, sia essa nella versione standard che nella versione Postepay Evolution (ma anche tutte le altre).

Ora, possiamo procedere con alcuni suggerimenti e regole da seguire per rendere sicura la Postepay:

  • Non comunicare mai a nessuno il codice CVV, questo va utilizzato solo quando si inseriscono i dati della propria carta in un eCommerce.
  • Attiva e sfrutta quando possibile il metodo di pagamento che prevede l’uso del protocollo Verified by Visa.
  • Cambia la password di accesso al sito postepay.it ed alla app nel caso in cui pensi che la stessa non sia più sicura.
  • Blocca immediatamente la carta nel caso di furto o smarrimento della stessa.
  • Non dare mai a nessuno il numero della carta Postepay né tantomeno il codice CVV.
  • Non inviare mai a nessuno ne la fotografia della Postepay ne tantomeno un tuo documento di riconoscimento o il codice CVV.
  • Non cadere nelle trappole delle “Facili vincite”, sia che ti si contatti telefonicamente che per e-mail, Facebook, WhatsApp ecc. non aderire a nessuna offerta, vincita o promozione.
  • Non inviare mai acconti per sbloccare premi, vincite o offerte.
  • Non fornire mai a nessuno il tuo nome utente e password di accesso al sito Postepay.it, poste.it.

Le regole sopra riportate, se seguite con diligenza, consentono di rendere la carta sicura a 360° in quanto, in genere, sono proprio la mancata osservanza di queste semplici regole che consentono ai truffatori l’accesso ai fondi della carta.

L’app Postepay è sicura?

Sì, la app Postepay è sicura in quanto, per avere accesso alla medesima, occorre utilizzare il Face ID (per chi possiede un iPhone) o l’impronta digitale/codice (per chi possiede uno smartphone Android). Se non si è in grado di possiede superare queste verifiche, non vi è alcuna possibilità di utilizzare l’app Postepay né per effettuare pagamenti né per disporre bonifici o inviare denaro tramite il servizio P2P Postepay.

In sostanza, grazie all’autenticazione a due fattori, la sicurezza ormai è a livelli altissimi, questo, anche quando l’utente è inesperto nell’uso delle nuove tecnologie che permettono i pagamenti elettronici. In ogni caso è sempre bene avere attivata una master password per lo sblocco iniziale del proprio smartphone così che, anche in caso di perdita o frutto del dispositivo, l’accesso allo stesso viene reso estremamente difficoltoso se non impossibile all’utente comune che dovesse entrarne in possesso.

Postepay non sicura: cosa fare?

Se ritieni che la carta non è più sicura in caso di problemi con la Postepay la prima cosa da fare è richiederne il blocco immediato telefonando al numero verde 800.902.122. Nel caso ti trovi all’estero il numero da comporre +39 0492100149.

Diversamente, se desideri ricevere consigli o informazioni, il numero da comporre per poter parlare con l’assistenza clienti è 800.003.322.

In ogni caso, dopo aver bloccato la carta occorre fare una denuncia recandosi personalmente presso la un comando di Polizia o una caserma dei Carabinieri avendo cura di comunicare eventuali movimenti non autorizzati effettuati prima del blocco della carta. Ricorda di portare con te un documento di riconoscimento in corso di validità.

Conclusioni

Come hai potuto constatare, dalla lettura di questa guida si evince che la Postepay non è affatto facile da violare. Ciò detto, è sempre bene prestare attenzione e seguire le regole di sicurezza suggerite onde evitare di essere vittima di una frode!

Ove possibile, per i pagamenti online, ti suggeriamo di utilizzare il protocollo Verified by Visa. Questo fornirà un ulteriore livello di protezione quando fai acquisti sul web con la tua carta Postepay.

In ogni caso, laddove dovessero sorgere problemi, ricorda che puoi ottenere assistenza in qualsiasi ora del giorno e della notte tramite i numeri di telefono precedentemente indicati.