Postepay scaduta o in scadenza: cosa fare?

Quanto tempo puoi resistere senza la tua carta prepagata? Per molti la risposta è scontata: neanche un giorno! Ebbene sì questo è più che plausibile in quanto i pagamenti elettronici sono entrati a far parte della nostra vita, li utilizziamo sia per pagare alla cassa dei negozi tramite POS sia per fare gli acquisti online oggi sempre più diffusi.

Appurato che ne non ne possiamo più fare a meno e ne siamo dipendenti, se hai una carta Postepay scaduta o in scadenza cosa fare? La risposta breve a questa domanda è: prendere immediatamente provvedimenti e rinnovarla il prima che la vecchia diventi inutilizzabile. Non credi?

In questa guida ti spiegheremo cosa succede e cosa fare quando la carta è in scadenza o è scaduta. Trovi anche informazioni su come ottenere un rimborso e recuperare i soldi rimasti nella vecchia carta. Scoprirai quanto tempo ci vuole per ricevere quella nuova, come abilitarla e come ottenere un rimborso se decidi di buttarla e magari sostituirla con una prepagata con IBAN più performante.

Postepay scaduta

Quando scade la Postepay?

La Postepay scade l’ultimo giorno del mese è dell’anno indicato sul fronte della stessa. Ecco un esempio pratico: se la carta scade in data 12/2024 allora in quel caso vuol dire che la stessa è attiva fino alle 23:59 del 31 dicembre 2024.

Per quanto riguarda invece la Postepay Junior e la Postepay Evolution o più in generale le carte prepagate e le carte di credito collegate ad un conto corrente, queste, alla scadenza, vengono rinnovate automaticamente e, nella maggior parte dei casi, spedite direttamente al domicilio del cliente.

Cosa succede quando scade la Postepay

Quando la Postepay è scaduta non funziona più e quindi non è possibile utilizzarla in alcun modo. Non si possono fare prelievi, pagamenti, ricariche telefoniche né inviare denaro tramite il comodo sistema P2P Postepay. Tutto questo anche se il saldo della carta prima della scadenza era positivo. Inutile dire che anche i movimenti in entrata sono bloccati quindi sarà impossibile ricaricarla.

Postepay scaduta cosa fare?

Quando la Postepay è scaduta occorre procedere al suo rinnovo entro i 18 mesi successivi all’ultimo giorno utile di utilizzo. Esempio: una carta che scade il 31 dicembre 2024 può essere rinnovata entro il 30 giugno 2026.

In linea generale, il consiglio è quello di procedere al rinnovo un paio di mesi prima della scadenza, questo perché per ricevere la nuova Postepay ci possono volere fino a 50 giorni. Se non si interviene per tempo si rischia di rimanere parecchio tempo senza la carta.

Una volta ottenuta la nuova per attivare la nuova carta Postepay ed abilitarla all’uso, devi telefonare al servizio clienti di Poste Italiane che risponde al numero 800.90.21.22, un operatore provvederà ad attivarla.

Come per la versione standard (quella di colore giallo), anche la Postepay Evolution alla scadenza può essere rinnovata online, allo sportello postale o tramite il numero verde.

È possibile ottenere lo stesso risultato recandosi allo sportello di un ufficio postale oppure online accedendo nella propria area riservata del sito poste.it.

Se ti stai domandando se puoi buttare la carta quando è scaduta la risposta è sì, puoi farlo senza problemi purché la tagli in più pezzi onde evitare che qualche malintenzionato tenti qualche raggiro.

Come recuperare i soldi dalla Postepay scaduta

Per recuperare i soldi della Postepay scaduta ed avere il rimborso, basta rinnovarla ed in automatico il saldo che era presente nella vecchia carta verrà trasferito automaticamente e senza costi sulla nuova.

Nel caso in cui, per qualsiasi motivo tu non decida di procedere al rinnovo, per avere il rimborso del credito residuo devi recarti all’ufficio postale e farne richiesta allo sportello. Ricordati di portare con te la vecchia Postepay ed un documento di riconoscimento in corso di validità.

Il codice PIN rimane le stesso?

Sì, da qualche tempo per questione di praticità quando si rinnova una Postepay, il PIN rimane lo stesso. Questa novità è stata molto apprezzata dai possessori della carta. Ad ogni modo è possibile cambiare gratuitamente tale codice anche semplicemente da un ATM Postamat inserendo la carta e selezionando l’opzione “Cambia PIN”.

Ordina la carta prepagata Hype

Carte prepagate consigliate

Stai cercando una prepagata? Prima di decidere quale scegliere tra le tante oggi disponibili ti consigliamo di leggere le nostre recensioni. In particolare, consulta la nostra classifica delle migliori carte prepagate con IBAN.