Modulo ricarica PostePay

Grazie al modulo di ricarica Postepay puoi rimpinguare la tua carta, o quella altrui, all’ufficio postale. Il prestampato viene fornito allo sportello ed è gratuito e compilabile al momento in pochi istanti.

Questo modello è compatibile per effettuare diverse operazioni quindi sebbene in questa guida sia dedicata esclusivamente a cosa sia, e come compilare il suddetto modulo tieni anche conto che il medesimo può essere utilizzato anche per effettuare altre operazioni.

In sintesi, il modulo è suddiviso in due parti: la prima è la A – quella che più interessa a noi -, la seconda è la B, quella che sarà poi compilata dell’impiegato dell’ufficio postale.

modulo ricarica postepay 1

Cos’è

Il modulo di ricarica Postepay è il prestampato che si utilizza per inoltrare richiesta di versamento sulla carta prepagata. Il modello si utilizza sia quando a richiedere la transazione è il titolare della carta che quando la stessa è intestata ad un’altra persona.

Il modello è valido anche per la ricarica della diffusissima Postepay Evolution ed è utilizzabile una sola volta.

Come già accennato, il modulo è composto da due parti, la A e la B. Ognuna di esse, a sua volta, ha delle sottosezioni con spazi, entro i quali, vanno inseriti i dati necessari per inoltrare correttamente la richiesta di ricarica allo sportello. Attenzione, ricorda che tu dovrai compilare solo le sottosezioni della parte A. La parte B, sarà redatta, dove necessita esserlo, dall’impiegato dell’ufficio postale.

Come si compila

Una volta ottenuto il modulo di ricarica della Postepay scrivi i seguenti dati nella parte A:

Ordina la carta prepagata Hype
  1. cognome e nome (quello chi sta effettuando la ricarica);
  2. numero della carta;
  3. nome e cognome del titolare della carta;
  4. spunta la casella “Ricarica”;
  5. scrivi l’importo che desideri caricare;
  6. inserisci il tipo di documento di identità, il suo numero, da chi è stato rilasciato, la data ed il luogo del rilascio (fare quanto detto solo se non sei tu il titolare della Postepay);
  7. metti la tua firma.
modulo ricarica postepay parti da compilare

Tieni conto che, il modulo, è compatibile anche per effettuare altre operazioni, ad esempio: cambiare il numero di cellulare associato alla carta, chiedere un rimborso o anche un cambio della stessa. I punti 1, 2, 3 e 7 sono sempre obbligatori.

Leggi anche: Come ricaricare una Postepay con carta di credito.

Una volta che hai terminato di compilare il modulo ti basterà cederlo all’impiegato dello sportello, il quale, provvederà ad inserire i dati nel sistema e, ricevuto il denaro confermerà l’operazione di ricarica. Il denaro così versato nella prepagata sarà immediatamente spendibile, sia per acquisti online che per quelli effettuati presso gli esercenti commerciali tradizionali.

Dove trovare il modulo

Puoi trovare il modulo per la ricarica della Postepay in un qualsiasi ufficio postale, basta richiederlo all’impiegato dello sportello oppure guardare nella bacheca dove solitamente vengono posizionati i bollettini.

Naturalmente, nel caso tu scelga un’altra modalità di ricarica, questo modulo non sarà necessario perché, il medesimo, è da utilizzarsi solo ed esclusivamente quando l’operazione viene effettuata allo sportello.

Potrebbe interessarti anche: Come ricaricare la Postepay online da un conto bancario.

Se all’ufficio postale trovi tanta fila e non hai voglia di aspettare, sappi che puoi fare la ricarica Postepay presso un tabaccaio o un qualsiasi centro Sisal autorizzato. Una volta lì chiedi al commesso come fare al tabaccaio, se necessario egli ti fornirà il modulo da compilare.

Se invece hai un conto PayPal puoi usare quest’ultimo per ricaricare la tua carta, in questo modo eviterai ogni perdita di tempo in quanto potrai fare tutto da computer o smartphone.

Carte prepagate consigliate

Stai cercando una prepagata? Prima di decidere quale scegliere tra le tante oggi disponibili ti consigliamo di leggere le nostre recensioni. In particolare, consulta la nostra classifica delle migliori carte prepagate con IBAN.