Carta Postepay smagnetizzata

Possiedi una prepagata di poste italiane e pur avendo fondi non riesci a prelevare contanti da un ATM? Se ti trovi in questa situazione è molto probabile che tu abbia la carta Postepay smagnetizzata!

Questa problematica è piuttosto comune e ne sono vulnerabili tutte le carte incluse la Postepay sia nella versione standard che nella versione Junior ed Evolution. Se ti trovi in questa situazione evita di entrare nel panico perché, a parte le difficoltà per prelevare contanti, puoi sempre pagare eventuali acquisti tramite POS sfruttando la tecnologia Contactless. Anche gli acquisti online rimangono gestibili perché funzionano anche se la carta è smagnetizzata.

Postepay smagnetizzata

Fatte le premesse e le dovute raccomandazioni vediamo ora come affrontare e risolvere il problema della banda smagnetizzata. Buona lettura.

Postepay smagnetizzata: cosa fare?

Per risolvere definitivamente il problema occorre necessariamente sostituire la carta Postepay smagnetizzata con una nuova. Questa operazione ha un costo di 5 € – se effettuata 30 gg. dopo il suo rilascio – ed è fattibile recandosi personalmente presso un qualsiasi ufficio postale. Per avere la nuova carta, quando ti rechi alla posta, ricorda di portare con te il codice fiscale e un documento di riconoscimento.

Una volta allo sportello postale comunica all’impiegato che la carta è smagnetizzata, egli ti chiederà di compilare un modulo per chiederne una nuova. Fatta la procedura, seduta-stante riceverai la nuova carta.

Attenzione! Tieni presente che la tua nuova carta Postepay avrà un numero a 16 cifre, PIN, scadenza e codice CVV diversi da quelli della precedente carta. Di conseguenza, dovrai procedere nuovamente all’attivazione per poterla utilizzare – qui la guida -.

Se possiedi la versione Evolution la carta ti verrà sostituita. Il numero a 16 cifre rimane invariato ma l’attivazione è possibile solo quando riceverai la carta presso l’indirizzo prestabilito.

Come prelevare contanti

Nel caso in cui il prelievo presso un ATM Postamat fallisca a causa di una possibile smagnetizzazione della carta, puoi tentare di effettuare la medesima operazione presso un ATM Bancario.

Il prelievo presso un ATM di un istituto di credito potrebbe andare a buon fine se la parte della banca magnetica interessata è leggibile. Inoltre in questo caso per l’erogazione del contante viene utilizzato il circuito internazionale Visa Electron esterno a quello di Poste Italiane (Postamat) e che per funzionare utilizza il chip piuttosto che la banda magnetica. Anche se non è sicuro al 100% che l’operazione riesca vale la pena tentare. Altre soluzioni al momento sono precluse. Per risolvere occorre chiedere necessariamente una nuova carta.

Cosa fare se si è all’estero

Purtroppo se sei all’estero e ti accorgi che la tua carta Postepay si è smagnetizzata non c’è alcuna possibilità di sostituire la carta se non rientrando in Italia ed effettuare la sostituzione.

Se non prevedi di rientrare a breve in Italia, in questo caso puoi tentare di sostituire la carta tramite delega ad un amico o un parente che agisca per tuo conto. Prima di tentare questa soluzione è meglio contattare ufficio postale e chiedere maggiori informazioni onde evitare inutili perdite di tempo. Una volta ottenuta la nuova carta questa ti può essere spedita (meglio senza credito) e successivamente puoi ricaricarla ed attivarla per poterla così utilizzare.

Ad ogni modo ricorda che, anche se non puoi prelevare contanti, con una carta smagnetizzata poi sempre usarla per pagare beni e servizi di ogni tipo pagando con il sistema Contactless presso gli esercenti commerciali. Per quanto riguarda i pagamenti online, questi rimangono attivi non essendo in alcun modo dipendenti né dalla banda magnetica né dal chip.

Sostituendo la carta perdo i soldi?

Assolutamente no! Non c’è alcun rischio di perdere i soldi se la carta si è smagnetizzata. Una volta sostituita, i fondi della vecchia possono essere trasferiti nella nuova nel momento stesso in cui ti viene consegnata allo sportello dell’ufficio postale. Fanne richiesta espressa onde evitare disguidi.

Se invece intendi dismettere la Postepay, quando ti trovi allo sportello postale è sufficiente che tu richieda il rimborso della somma residua presente sulla vecchia prepagata. In questo caso l’operatore dell’ufficio postale è tenuto a restituirti il denaro tramite contanti.

Quali le possibili cause della smagnetizzazione?

Tutte le carte di pagamento, inclusa quindi la carta Postepay si smagnetizzano quando entrano in contatto ravvicinato con un oggetto o un dispositivo elettronico che emette campi magnetici. Se questi sono sufficientemente potenti (anche poco) possono cancellare parte o tutti i dati registrati nella banda magnetica della carta e renderla illeggibile in parte o in toto.

Ordina la carta prepagata Hype

In genere, per smagnetizzarsi, la carta deve essere molto vicina alla fonte magnetica, tale situazione in genere nella quotidianità si verifica quando ad esempio si mette il portafogli nel taschino dello sportello dell’auto dove in genere nei pressi vi è quasi sempre un altoparlante. In quel caso, il campo magnetico della calamita dello speaker può smagnetizzare la banda magnetica della carta anche quando quest’ultima è conservata nel portafogli.

Anche il contatto vicinato con uno smartphone può causare la smagnetizzazione della banda magnetica della carta e quindi è sempre buona cosa non tenerli vicini o peggio ancora in contatto. Tieni inoltre presente che gli smartphone di ultima generazione hanno delle calamite poste sotto la scocca del retro per mantenere aderenti e centrati i caricatori wireless un esempio per tutti i nuovi iPhone.

Come evitare che la carta si smagnetizzi? La risposta è semplice: evita di tenerla vicino a possibili fonti di magnetismo e riponila in una custodia con schermatura contro i campi magnetici.

Assistenza Postepay, Italia – estero

Desideri avere maggiori informazioni per gestire il problema della carta smagnetizzata? In questo caso rivolgiti al numero verde per l’assistenza.

Per quanto riguarda problemi di carattere generale il numero verde di Poste Italiane da contattare se ti trovi in Italia è 800 00 33 22. Diversamente se chiami dall’estero, il numero da comporre è +39 02 82 44 33 33.

Grazie a questi numeri è possibile chiedere informazioni specifiche in merito a diversi argomenti tra cui quelli riguardanti le procedure da seguire quando la carta PostePay si smagnetizza. Tieni comunque conto che quanto riportato in questa guida è conseguente alla conversazione avuta proprio con l’assistenza clienti Postepay.

Per completezza di informazione indichiamo anche i numeri da comporre in caso di furto o smarrimento della carta e sono: dall’Italia l’800 90 21 22, dall’estero + 39 049 2100 149. I numeri appena citati sono operativi 7 giorni su 7, 24 ore su 24.

Carte prepagate consigliate

Stai cercando una prepagata? Prima di decidere quale scegliere tra le tante oggi disponibili ti consigliamo di leggere le nostre recensioni. In particolare, consulta la nostra classifica delle migliori carte prepagate con IBAN.