HYPE pagamento non autorizzato: cause e soluzioni

Sei alla cassa del supermercato, è il momento di pagare la spesa, provi ad usare la tua carta HYPE ma il pagamento non viene autorizzato. Cosa sta succedendo? Cosa fare? Ed ancora… Stai controllando i movimenti sul conto noti degli addebiti anomali: Cosa puoi fare evitarne altri? Come riavere il denaro che ti è stato sottratto contro la tua volontà?

Ebbene, se ti trovi in una delle situazioni appena citate o altre simili, mantieni la calma, perché, comunque vada, la soluzione – come vedrai fra poco – è a portata di un clic o di un tap.

Credici! In questa guida, troverai tutte le informazioni necessarie per gestire qualsiasi tipo di pagamento non autorizzato o rifiutato. Cosa aspetti? Continua a leggere e scopri subito quali rimedi puoi mettere in campo per risolvere tutti i tuoi problemi.

hype pagamento non autorizzato

Pagamento HYPE non autorizzato: cause e soluzioni veloci

La prima possibile causa per cui HYPE non autorizzi un pagamento potrebbe essere dovuto ad un problema di tipo tecnico. Soluzione: In questo caso l’unica cosa da fare è ripetere l’operazione. I problemi di questo tipo di solito sono temporanei. Un nuovo tentativo è probabile che risolva la situazione se non ci sono altri problemi.

Il secondo possibile motivo che può causare un blocco di un pagamento è quello conseguente all’errato inserimento del codice PIN. Soluzione: In questo caso, ripeti l’operazione avendo cura inserire correttamente il codice. Attenzione: se sbagli più di tre volte a digitare il PIN rischi il blocco immediato della carta. Se ti trovi in questa situazione devi contattare il servizio assistenza clienti HYPE e chiedere di sbloccare la carta.

La terza possibile ragione per cui un pagamento può essere negato è la mancanza di fondi sul conto HYPE. Questo può accadere per diversi motivi, esempio: non avere credito sufficiente per coprire l’importo dovuto. Ed ancora: la ricarica che hai fatto tramite bonifico bancario da un altro conto corrente non è stato ancora accreditato. Soluzione: In questo caso, il modo migliore per risolvere il problema è pagare in contanti. In alternativa, se ne hai la possibilità, puoi fare una ricarica veloce tramite bonifico istantaneo in modo da ricaricare la carta in meno di 10 secondi. In ogni caso tieni sempre a mente che HYPE non è una carta di credito, quindi è possibile spendere solo il saldo disponibile sul conto.

Il quarto motivo per cui HYPE può rifiutarti un pagamento è quando superi il plafond di spesa giornaliero. Infatti, a seconda del piano HYPE sottoscritto (Start, Plus, Next, Premium) hai un tetto massimo di spesa giornaliero. Soluzione: Se ti trovi in questa situazione, per risolvere puoi utilizzare un’altra carta o pagare in contanti. In alternativa, puoi anche decidere posticipare l’acquisto lasciando passare 24 ore così da azzerare il plafond.

Come bloccare un pagamento non autorizzato

Per bloccare un pagamento non autorizzato – quando lo stesso non è stato ancora contabilizzato – puoi mettere in “Pausa” la carta tramite l’applicazione HYPE (più avanti ti mostreremo come si fa).

Diversamente, nel caso in cui tu desideri bloccare un pagamento ricorrente o un bonifico, puoi agire – a seconda dei casi – nei seguenti modi:

  1. Nel caso di un addebito diretto è possibile contattare l’assistenza clienti è chiedere la rimozione dell’autorizzazione. In questo caso, quando l’ente creditore invierà la richiesta di pagamento questa viene ignorata in quanto non più autorizzata.
  2. Nel caso di un bonifico, se questo non è stato ancora contabilizzato si può tentare di chiederne l’annullamento contattando il servizio clienti. Tieni conto però che è improbabile che tu riesca ad intervenire per tempo. Ad ogni modo, se la transazione è stata contabilizzata non ti resta che contattare il beneficiario e chiedergli di restituirti il denaro sperando nella sua onestà.
  3. Nel caso in cui utilizzi la carta per pagare un acquisto, nel momento in cui confermi il pagamento questo viene eseguito in tempo reale e quindi non è possibile bloccarlo. In questo caso dovrai concordare un rimborso con il commerciante oppure aprire una contestazione tramite l’apposito modulo scaricabile sul sito HYPE.

Come bloccare tutti pagamenti

Per effettuare il blocco della carta esegui questa semplice procedura:

  1. apri la App HYPE;
  2. selezione la voce “Menu” (quella con sopra il simbolo dei tre pallini);
  3. fai tap sul bottone “Carta”;
  4. con un tap commuta l’interruttore da “Attiva” a “In pausa”.

Fatto! La carta è in “Pausa” ed è temporaneamente inutilizzabile sia per fare acquisti online, sia per pagare in negozio, sia per prelevare contanti negli ATM.

A questo punto, contatta subito il servizio clienti HYPE ed informali sull’accaduto. HYPE aprirà per tuo conto una disputa con MasterCard la quale controllerà i movimenti da te segnalati come non autorizzati per determinare cosa è successo, e decidere se rimborsarti il maltolto.

Come rimediare ad un addebito errato

Un altro caso di pagamento non autorizzato potrebbe essere quando si conferma accidentalmente un acquisto per un importo superiore a quello dovuto. In questo caso, il modo migliore per rimediare alla situazione è ottenere un rimborso direttamente dal venditore. Mantieni la calma e segui questi semplici passi:

  1. contatta il commerciante e spiegagli la situazione;
  2. richiedigli il rimborso (totale o parziale a seconda dei casi);
  3. se il commerciante non vuole o non può farti un rimborso, contatta il servizio clienti HYPE per chiedere aiuto.

Come contestare un pagamento non autorizzato

Se controllando la lista dei movimenti rilevi un pagamento non autorizzato, la prima cosa che devi fare è attivare il blocco temporaneo dei pagamenti tramite la app HYPE così da evitare ulteriori addebiti indesiderati.

Una volta bloccata la carta per contestare un pagamento devi compilare ed inviare ad HYPE il “modulo di contestazione”. Al suo interno vanno inseriti i seguenti dati: nome, cognome, numero della carta, indirizzo email, telefono, codice IBAN. Successivamente, sempre nel modulo, inserisci l’elenco delle operazioni da contestare. In questo caso i dati richiesti sono: data dell’operazione, nome esercente, importo transazione, importo contestato, località esercente o nel caso che l’acquisto sia stato effettuato online il nome sito web. Successivamente bisogna selezionare la causale che meglio descrive il motivo della contestazione. Potrai selezionare una fra le seguenti voci: operazioni fraudolente, errore di processamento, ordine annullato/merce resa, merci o servizi non ricevuti. Ora inserisci una dichiarazione dove si spieghi con parole tue l’accaduto e concludi la procedura apponendo la tua firma, la data corrente ed invia il pdf tramite all’indirizzo email hello@hype.it.

Come vedere le transazioni non autorizzate

Per vedere le transazioni non autorizzate, segui queste indicazioni:

  1. apri l’app HYPE;
  2. fai un tap sulla voce “Mostra tutto”;
  3. fai un tap sul link “Scarica lista”.

A questo punto dovresti essere in grado di visualizzare un documento contenente tutte le tue transazioni ordinate per data e mese.

Se lo desideri, puoi determinare un lasso di tempo specifico selezionando il simbolo del calendario. Successivamente fatto un tap sulla voce “Conferma” potrai ottenere la lista delle transazioni per il periodo selezionato e scaricare il tutto generando un file pdf.

Come prevenire addebiti non autorizzati/anomali

Se vuoi prevenire qualsiasi addebito non autorizzato, è sempre una buona idea tenere la carta in pausa. Ricordi? Ti abbiamo spiegato come fare nei paragrafi precedenti.

Inoltre, è una buona idea controllare spesso la lista dei movimenti e mantenere attive le notifiche: HYPE riporta ogni singola transazione – sia in entrata che in uscita – in tempo reale, quindi sarai in grado di notare subito qualsiasi transazione sospetta.

Cosa fare in caso di furto o smarrimento della carta

Nel caso in cui tu abbia perso la carta o la stessa ti è stata, rubata o clonata, la prima cosa che devi fare è metterla in pausa tramite la app (se non sai come fare rileggi il paragrafo del sottotitolo “Come bloccare i pagamenti HYPE”). Questo impedirà che vengano effettuate transazioni non autorizzate. Una volta che hai sospeso la carta, recati presso una caserma della Polizia o dei Carabinieri e denuncia l’accaduto avendo cura di segnalare eventuali addebiti non autorizzati.

Se sei stato vittima di una frode o di un furto, scarica il modulo di contestazione e invialo a hello@hype.it in modo da ottenere il rimborso delle somme che ti sono state sottratte illegalmente.

Infine, se la tua carta è stata clonata, tagliala ed invia una foto della stessa all’indirizzo email hello@hype.it chiedendo che te ne venga consegnata un’altra a casa. In questo caso l’iban della carta rimane invariato ma il numero della carta ed il suo codice PIN saranno diversi.

Tempo limite per contestare un’operazione

Le operazioni non autorizzate devono essere segnalate entro 13 mesi dal momento in cui sono state eseguite. Per quanto riguarda le operazioni contestabili, queste sono possibili solo quando vengono contabilizzate. Il tempo di contabilizzazione non dipende HYPE ma piuttosto dal commerciante: le tempistiche variano da poche ore a 30 giorni.

Conclusioni

È importante essere consapevoli dei diversi modi in cui puoi proteggerti dai pagamenti non autorizzati.

Ricorda che, oltre a tenere sempre la tua carta in pausa, dovresti anche controllare regolarmente la tua lista di transazioni per individuare celermente qualsiasi attività sospetta. Se noti degli addebiti anomali, assicurati di contattare subito il servizio clienti di in modo che possano aprire una controversia per tuo conto con MasterCard.

Infine, se la tua carta viene persa o rubata, ricordati di metterla immediatamente in pausa e denunciare l’accaduto alla polizia.

Speriamo che questo articolo ti sia stato utile. Grazie per averlo letto!

Carte prepagate consigliate

Stai cercando una prepagata? Prima di decidere quale scegliere tra le tante oggi disponibili ti consigliamo di leggere le nostre recensioni. In particolare, consulta la nostra classifica delle migliori carte prepagate con IBAN.