Come ricaricare Viabuy, quali sono i costi ed i limiti previsti

Una delle migliori prepagate oggi in commercio è, senza alcun dubbio, la carta Viabuy la quale, essendo dotata di un codice Iban, è in grado di essere ricaricata tramite diversi canali.

In questo articolo guida ti mostreremo quali sono i principali metodi e canali di ricarica e quali sono i costi ed i limiti previsti quando si effettua questa operazione.

Importante: dati i costi consigliamo di programmare anticipatamente le ricariche così che questi possono essere ottimizzati al meglio.

ricaricare viabuy

Indice dei Contenuti

Come ricaricare Viabuy

Per ricaricare la carta Viabuy il primo metodo consigliato è quello possibile tramite bonifico utilizzando il codice Iban agganciato alla carta. Il denaro viene accreditato nell’arco di 2, 3 giorni lavorativi.

La ricarica può essere effettuata anche da MyBank ovvero tramite trasferimento diretto da un altro conto Viabuy.

Un altro sistema di ricarica è quello che prevede l’invio di fondi da un’altra carta il pagamento che può essere sia di credito, prepagata come anche di debito.

Per chi desidera un sistema convenzionale può utilizzare quello che viene chiamato “bonifico per cassa”. In pratica la procedura da seguire è la seguente: recarsi presso un istituto bancario (con ci si hanno già contatti) ed alla cassa disporre un bonifico sull’Iban della Viabuy. Il versamento può essere effettuato sia attingendo da un conto corrente (nel caso se ne possegga uno attivo con la medesima banca) che tramite contanti.

viabuy

C’è poi la ricarica con PayPal. Se possiedi un conto di questo tipo poi da quest’ultimo effettuare un bonifico così che, anche in questo caso, nell’arco di 2, 3 giorni lavorativi i soldi saranno accreditati sulla carta. Naturalmente questa operazione può essere effettuata anche da un terzo a tuo favore.

Altro metodo è quello che vede l’utilizzo del servizio TrustPay grazie al quale è possibile effettuare un bonifico con accredito dei fondi immediato. Si tratta di una modalità ancora poco utilizzata in Italia ma ad ogni modo supportata.

Sempre grazie al codice Iban è possibile ricaricare Viabuy tramite il servizio di trasferimento denaro Western Union. Utilizzando questo sistema di ricarica, i tempi tecnici di accredito dei fondi sulla carta sono quelli tipici di un bonifico bancario ovvero due giorni lavorativi.

È possibile anche effettuare una ricarica in contanti che però, in sostanza, può essere effettuata presso uno sportello bancario dal quale poi, il denaro contante verrà trasferito sulla carta tramite l’invio di un bonifico bancario. Come accennato in precedenza, questa operazione è fattibile presso un istituto di credito di nostra conoscenza dove si ha un conto corrente attivo.

Infine, ma non per ultimo, è possibile effettuare una ricarica tramite il proprio per portafoglio Bitcoin. Se possiedi un portafoglio virtuale di questo tipo sicuramente saprai come effettuare questa operazione in sicurezza.

Non sono possibili in ricariche presso i tabaccai né presso i centri Sisal.

Leggi anche: come ricaricare una carta prepagata

I costi

Ora è il momento di vedere insieme quali sono i costi per effettuare ogni diversa tipologia di ricarica prevista. Di seguito i dati ufficiali estrapolati direttamente dalla documentazione presente sul sito Viabuy.com.

Per quanto concerne la modalità di ricarica tramite bonifico domestico o bonifico SEPA il costo previsto per questa operazione è pari allo 0,9% calcolata sulla somma totale della ricarica.

La ricarica tramite MyBank o tramite trasferimento diretto da un altro conto Viabuy non prevede nessun costo ed è quindi totalmente gratuita come anche lo è quella effettuata presso banca2.

Coloro che scelgono come metodo di ricarica un bonifico internazionale o fuori dall’area SEPA dovrà sostenere un costo pari all’1,75% calcolata sulla somma inviata come ricarica. Tale percentuale viene applicata anche sulle ricariche effettuate in valuta estera.

Come per sopra, anche tutte le ricariche effettuate tramite Bancontact, eps, Multibanco, iDEAL, SOFORT Banking, Trustly, giropay prevedono un costo pari all’1,75% della ricarica.

Ricaricare con TrustPay costa il 2,75% mente con la carta Paysafecard la percentuale sale all’ 8,75%.

Coloro che effettuano una ricarica tramite una carta prepagata una carta di debito o una carta di credito avranno un costo che pari all’ 1,75% della somma ricaricata.

viabuy

I limiti

Per quanto concerne i limiti di ricarica della Viabuy occorre premettere che questi variano in funzione della versione che si è attivata. Per avere una visione semplice ed intuitiva dei limiti applicati ad ognuna delle varianti pensiamo sia utile elencarle una ad una partendo da quella Con il plafond di ricarica più elevato.

La Viabuy, nella versione IDV3, non prevede alcun limite di ricarica se non quella che, la medesima, può essere ricaricata per non più di tre volte al giorno e per un totale massimo di 60 ricariche mensili.

Nella versione IDV2 la carta può essere ricaricata per un massimo di 15.000 € l’anno e, per quanto riguarda il numero massimo di ricariche giornaliere e mensili vale la stessa regola sopra riportata.

Infine la versione IDV1 prevede un plafond massimo di ricarica annuale e pari a 1.000 €. In questo caso la ricarica mensile non può superare i 200 € e può essere effettuata Anche in un’unica soluzione.

Carta Costi Caratteristiche Maggiori informazioni

Carta VIABUY

Carta prepagata Viabuy
Emissione: 69,90€
Canone: 19,90€
Prelievi contanti: 5€
Pagamenti: Pos e Internet 0€
  • Richiedibile online (anche da protestati e cattivi pagatori)
  • Dotata di codice IBAN
  • Non collegata ad alcun conto corrente
  • Ricaricabile con bonifico, contanti ed altra carta
  • Numeri in rilievo - come una normale carta di credito

Carte prepagate consigliate

Stai cercando una prepagata? Prima di decidere quale scegliere tra le tante oggi disponibili ti consigliamo di leggere le nostre recensioni. In particolare, consulta la nostra classifica delle migliori carte prepagate con IBAN.