Come ricaricare N26

Cosa rende migliore una carta prepagata da un’altra? Sicuramente, tra le varie caratteristiche conta molto di come quest’ultima può essere ricaricata. La questione non è di poco conto perché, come tutti sappiamo, per utilizzare una Prepaid Card occorre anzitutto ricaricarla in quanto non è possibile spendere denaro a credito.

In questa guida ti spiegheremo come ricaricare N26, carta che anche sotto questo aspetto non delude in quanto quest’ultima possiede un codice IBAN. Questo rappresenta un grande vantaggio anche in considerazione che il conto gode di un plafond di ricarica pari a 50.000 €. Tale capacità permette soluzioni di autoricarica interessanti Vediamo insieme di cosa si tratta: continua la lettura.

Premessa: N26 rientra nella categoria delle carte prepagate con Iban ed è per questo che può offrirti moltissime funzionalità e metodi di ricarica che fino a poco tempo fa erano impossibili da attuare.

ricarica carta n26 big

Ricarica tramite bonifico

Come già accennato, questo conto possiede un codice IBAN italiano grazie al quale è possibile ricevere bonifici. Questi vanno a ricaricare automaticamente il conto e di conseguenza la carta N26 ad esso collegata.

Per ricaricare N26 vai sull’Home Banking dell’altro conto corrente e provvedi ad ordinare un bonifico a favore del tuo conto N26 inserendone il suo codice IBAN e l’importo che intendi trasferire. Conferma l’operazione ed il “gioco” è fatto.

I tempi di ricezione sono in genere di 24/48 ore ma, se disponi dell’opzione “bonifico istantaneo” i soldi ti verranno accreditati nell’arco poche decine di minuti.

Ricevere sul proprio conto N26 una ricarica tramite bonifico non prevede alcun costo. Diversamente puoi avere un addebito quando il conto da cui parte il versamento lo prevede.

Attenzione: per chi è poco pratico c’è da specificare che, l’attivazione eventuali bonifici ricorrenti, vanno predisposti dal conto che trasferisce il denaro. Per sicurezza chiedi maggiori informazioni alla tua banca.

Ricarica in contanti Tramite CASH26

Tallone d’Achille di molte carte virtuali e l’impossibilità di ricaricarle con contanti agli sportelli ATM, bancari ecc. Questo non è il nostro caso perché grazie a CASH26 si può ricaricare con i contanti presso tutti i supermercati Penny Market e Pam (oltre 10.000 punti vendita in Italia).

Per ricaricare con CASH26 procedi così:

  1. recati presso un discount Pam o Penny Market;
  2. apri l’applicazione N26 e pigia sul simbolo +, quello con sotto scritto “Sul mio conto”;
  3. pigia su CASH26;
  4. seleziona la voce “deposito contanti”;
  5. inserisci l’importo che intendi ricaricare;
  6. seleziona il pulsante avanti;
  7. inserisci il tuo codice PIN di conferma;
  8. dai il contante alla cassiera e mostra il codice a barre.
cash26 ricarica n26 7 passaggi

Con CASH26 la ricarica in contanti minima prevista è di 50 € mentre la massima non può superare i 999 €.

I costi per le commissioni sono pari all’1,5% dell’importo versato, quindi, una ricarica di 100 €, avrà un costo di commissione pari a 1,50 €, 200 € 3 €, 300 €, 4,50 € e così via fino ad un massimo di €999 il cui costo di ricarica sarà pari a 14,98 €.

Ricarica con MoneyBeam

Con MoneyBeam è possibile ricevere denaro sul proprio conto N26 da altri utenti, in tempo reale.

Per poter usufruire di questa funzione di ricarica dovrai entrare nell’app dedicata e selezionare la funzionalità MoneyBeam. Fatto ciò, apparirà l’elenco dei tuoi contatti e tra questi verranno evidenziati con un pallino blu quelli che hanno un conto N26. L’utente che vuole ricaricare il tuo conto dovrà semplicemente inserire l’importo da trasferire, indicando una causale per il trasferimento; l’operazione dovrà essere confermata con l’inserimento del codice Pin personale.

L’importo massimo che puoi ricevere attraverso una ricarica eseguita con MoneyBeam è pari a 1000 Euro.

Ricarica tramite stipendio o pensione

Come ti ho già accennato, sul conto carta N26 è possibile far trasferire le entrate fisse provenienti dallo stipendio o dalla pensione. Questo significa avere sempre a disposizione sulla propria carta prepagata i soldi non appena avviene il l’accredito mensile.

Per avere questa modalità di ricarica attiva, è sufficiente che tu fornisca l’Iban al tuo datore di lavoro o all’INPS. Mensilmente avverrà l’accredito, con il saldo del tuo conto aggiornato in tempo reale nel momento in cui il trasferimento viene completato. I tempi variano a seconda delle procedure interne della banca che effettua il versamento – in genere 2, 3 giorni -.

Ricarica con PayPal

La ricarica con PayPal è possibile collegando la carta N26 al conto PayPal in modo che ti sarà possibile trasferire i fondi. Segui le istruzioni sotto riportate per ricaricare N26 dopo aver collegato i due conti.

Ricarica da computer:

  1. entra come utente registrato su https://www.paypal.com/it/;
  2. seleziona “Portafoglio”;
  3. clicca su “Trasferisci denaro”;
  4. continua seguendo le indicazioni a video.

Ricarica da App Paypal:

  1. apri l’App PayPal;
  2. pigia su “Saldo Paypal”;
  3. seleziona “Trasferisci denaro”;
  4. continua seguendo le indicazioni riportate sullo schermo dello smartphone.

Ricarica con Postepay

Purtroppo la ricarica tramite la carta Postepay standard non è prevista. Diversamente chi possiede una Postepay Evolution può predisporre un bonifico sull’IBAN del conto N26 così che la ricarica possa avere esito positivo.

I tempi previsti per ricevere il bonifico sono di 2/4 giorni lavorativi. Il costo previsto effettuare questa operazione è quello previsto da Poste Italiane. Nessun addebito è previsto da N26 in quanto i bonifici in ricezione sono sempre gratuiti.

Ricarica tramite altra carta di debito

Altro metodo per ricaricare la N26 è quello che prevede il trasferimento di fondi da un’altra carta di debito o prepagata. Questa tipologia di ricarica può essere eseguita in modo semplice e veloce direttamente dall’app. Per procedere alla ricarica è sufficiente andare nella sezione Gestisci e selezionare il tasto Sul mio conto, dopo aver inserito i dettagli della carta da cui si vorrà trasferire il denaro.

Ricarica dal tabaccaio

Non è possibile ricaricare il conto N26 dal tabaccaio.

Potrebbe interessarti: carte ricaricabili in tabaccheria

Come ricaricare N26 gratis?

Puoi ricaricare gratis N26 tramite:

  1. bonifico bancario;
  2. accredito diretto dello stipendio o della pensione;
  3. con trasferimento fondi da PayPal al conto N26 collegato.

Dove ricaricare N26?

Puoi ricaricare in contanti N26 tramite CASH26 (ne abbiamo parlato qui) presso i supermercati Pam e Penny Market, li trovi tutti sulla mappa aggiornata ed accessibile sulla app.

Come verificare la ricarica

Per verificare se la ricarica è andata a buon fine è sufficiente attivare le notifiche sulla app ( generalmente queste ultime sono sempre abilitate di default quindi non dovrai fare nulla).

Per quanto riguarda la verifica dei bonifici è bene tenere in conto che questi ultimi vengono segnalati tramite la app, nel momento in cui effettivamente i fondi vengono accreditati sul conto N 26 (occorrono 2/4 giorni lavorativi). In questo, senso se si vuole essere certi che il bonifico sia stato effettuato occorre chiedere il numero CRO a chi ha emesso l’ordine di bonifico.

Conclusioni

Eccoci giunti alla fine di questa guida. Come hai potuto vedere, per ricaricare la carta N26 puoi utilizzare diversi metodi e quindi non dovresti avere problemi per tenere sempre in attivo il tuo saldo.

Carte prepagate consigliate

Stai cercando una prepagata? Prima di decidere quale scegliere tra le tante oggi disponibili ti consigliamo di leggere le nostre recensioni. In particolare, consulta la nostra classifica delle migliori carte prepagate con IBAN.