Carta Tasca

L’Istituto Centrale del Credito Cooperativo ha pensato ad una prepagata ricaricabile dedicata ai teenager. Si tratta di Carta Tasca, un comodo strumento di pagamento con un piccolo plafond ma con tanta tecnologia che la rende una prepagata Smart particolarmente apprezzata dai più giovani.

Tra le caratteristiche principali vanno menzionati i costi bassi relativi ai prelievi da ATM esteri, che la rendono la prepagata ideale per chi viaggia spesso fuori dall’Europa, ma anche la possibilità di essere ricaricata tramite una Banca non collocatrice.

Non mancano servizi importanti, infatti questa è una carta Contactless (dotata di chip HFC) e quindi consente pagamenti veloci ai POS in quanto non necessita dell’inserimento del PIN CODE per effettuare acquisti sotto i 25 euro.

Non solo, molto interessante è il fatto che la stessa, sempre parlando di tecnologia NFC, supporta i due principali Wallet (portafogli elettronici) Appele Pay e Google Pay. Caricata la carta su un iPhone o uno smartphone Android dotato del chip, è possibile pagare i propri acquisti avvicinando il telefono al POS o addirittura, pagare con l’Apple Watch o uno Smartwatch. Non servirà neanche estrarre la carta dal portafogli o il telefono delle tasche per pagare!

Carta prepagata Tasca

La banca di riferimento di Carta Tasca BCC viene scelta infatti al momento della richiesta. È possibile selezionare una delle tante Banche di Credito Cooperativo presenti sul territorio italiano. Tale scelta però non è vincolante. Come spiegato prima, la ricarica della prepagata può essere eseguita sia presso la Banca collocatrice che in un’altra Banca di Credito Cooperativo.

Plafond e limiti della Carta Tasca

Carta Tasca può contenere al massimo 3.000€. Questo è infatti il suo plafond, che può essere utilizzato integralmente per eseguire pagamenti e prelievi da ATM.

In tal senso, la prepagata di Iccrea Banca può essere considerata una carta illimitata, dato che non ci sono restrizioni specifiche sulle operazioni effettuabili, ma piuttosto permette di utilizzare l’intera giacenza sul conto.

Lo stesso discorso vale per le ricariche: il limite massimo che è possibile aggiungere sul saldo è di 3.000€.

Costi della carta Tasca BCC

Tra i costi di Carta Tasca vanno menzionate le spese di emissione, pari a 5€, e la prima ricarica obbligatoria dal valore di 15€ necessaria per l’attivazione del conto.

Altri costi riguardano invece le commissione imposte sulle operazioni di ricarica e prelievo.

Se viene eseguita allo sportello della Banca collocatrice, la ricarica è gratuita. Presso qualsiasi altra banca invece ha il costo di 2€. Il costo per le ricariche da ATM è di 1€, qualsiasi sia la banca selezionata. Se invece si decide di usufruire del servizio di internet banking della Banca collocatrice, l’operazione di ricarica è gratuita. Mediante internet banking di un’altra banca, la commissione è di 1€. In ogni caso, qualsiasi sia la modalità scelta dal cliente, la prima ricarica obbligatoria è sempre gratuita.

I prelievi da ATM costano sempre 1,50€. Ciò vuol dire che il costo di commissione rimane lo stesso sia presso ATM di banche che si trovano all’interno della zona Euro, che negli sportelli automatici di banche estere.

Come si verifica saldo

Con Carta Tasca la verifica del saldo ed il controllo dell’estratto conto avviene in tempo reale tramite il servizio di internet banking. Per usufruirne il cliente ha a disposizione due canali: l’Area Riservata del sito web ufficiale della carta, a cui è possibile accedere utilizzano il proprio ID utente e la password, oppure l’app per smartphone e tablet APP MyCartaBCC.

Inoltre, Iccrea Banca consente di ricevere delle notifiche via SMS (servizio di SMS Alert) dopo ogni transazione avvenuta mediante la carta. Tale servizio è stato ideato allo scopo di tenere sotto controllo ogni spesa ed evitare eventuali transazioni fraudolente. Ad ogni modo risulta uno strumento utile per verificare la situazione contabile della carta.

Ordina la carta prepagata Hype

Come si ricarica

Le modalità di ricarica di questa carta sono peculiari. Carta Tasca infatti può essere ricaricata sia presso la Banca collocatrice che tramite altri istituti bancari.

I canali messi a disposizione per ricarica la prepagata sono:

  • il servizio di Internet Banking
  • gli ATM
  • gli sportelli in filiale

Ovviamente i costi di tale operazione variano in base all’istituto bancario scelto. Ovvero, se l’operazione di ricarica viene eseguita con la Banca collocatrice, le commissioni sono ridotte.

Come la si richiede

La Carta Tasca BCC può essere richiesta online. Sul sito ufficiale è presente infatti il tasto Richiedila ora, che indirizza al modulo che è necessario compilare per ottenere la carta.

La procedura si compone cinque step. Infatti è dapprima necessario fornire i propri dati anagrafici, in seguito scegliere presso quale Banca di Credito Cooperativo si vuole collocare la carta, infine bisogna firmare il contratto insieme ad un operatore. L’ultima fase della procedura ovviamente viene eseguita in filiale.

Durante la richiesta online è consigliabile tenere a portata di mano: il documento di riconoscimento, il codice fiscale, il proprio smartphone e una webcam funzionante.

È bene ricordare che per ottenere la carta è necessario essere cittadini italiani con residenza in Italia, ma soprattutto essere maggiorenni. Infatti, anche se Carta Tasca è destinata ai minori dai 12 ai 17 anni, l’intestatario deve obbligatoriamente essere uno dei genitori.

Come bloccare la carta

Nell’eventualità di un furto o uno smarrimento, è possibile procedere al blocco immediato di Carta Tasca chiamando il centralino d’emergenza al numero 800 06 85 31 dall’Italia oppure +39 (06) 87 41 99 01 dall’estero.

Alternative migliori

Stai cercando una prepagata? Prima di decidere quale scegliere tra le tante oggi disponibili ti consigliamo di leggere le nostre recensioni. In particolare, consulta la nostra classifica delle migliori carte prepagate con IBAN.