Google Pay e Postepay: tutto quello che dovresti sapere

Google Pay è un portafoglio virtuale (Wallet), il quale, consente di usare la carta di debito, prepagata o di credito direttamente da uno smartphone Android.

La Postepay, invece, è una carta prepagata emessa da Poste Italiane accettata ovunque nel mondo perché funziona sulla rete di pagamento globale MasterCard. Può essere gestita interamente tramite l’app Postepay e consente di fare acquisti online, nei luoghi fisici, pagare i bollettini postali, ricaricare il telefono, inviare e ricevere denaro tramite il servizio P2P e molto altro. Non solo, i clienti che hanno la versione Evolution possono anche fare e ricevere bonifici e ricevere l’accredito dello stipendio o pensione.

Ebbene, cosa succede se abbinando Google Pay con Postepay? Esploriamo tutti i vantaggi che questa sinergia può offrire: continua la lettura dell’articolo.

google pay postepay

Come abilitare su Google Pay la Postepay?

Se vuoi collegare la tua carta Postepay a Google Pay, ecco come fare: Installa l’app o vai su pay.google.com; seleziona “Aggiungi un metodo di pagamento” e inserisci alcuni dati come il numero della carta Postepay (16 cifre), mese e anno di scadenza (2 cifre ciascuno), codice CVC/CVV, nome del titolare della carta e indirizzo di fatturazione. Clicca sul pulsante “Salva” e hai finito! Ora puoi usare la tua Postepay tramite il tuo smartphone utilizzando l’app Google Pay.

Quali vantaggi si hanno caricando su Google Pay la Postepay?

Il grande vantaggio di caricare su Google Pay la carta Postepay è che non è più necessario portarsi dietro la carta fisica, perché, una volta caricata la carta sul portafoglio virtuale (Google Pay) si può pagare qualsiasi tipo di acquisto tramite lo smartphone.

Altro vantaggio importante lo si riscontra in ambito sicurezza – vedi anche Sicurezza Web Postepay – delle transazioni che è ai massimi livelli. Tale protezione si ha perché, se è vero che la carta fisica può essere usata contactless senza dover inserire il codice PIN, per pagare con il telefono si è obbligati a sbloccarlo con l’impronta digitale o attraverso il riconoscimento facciale. Non solo, occorre anche evidenziare che c’è molta sicurezza anche perché l’app non invia mai i dati personali del titolare della Postepay, né il suo numero di carta in quanto queste informazioni vengono memorizzate sul conto virtuale creato dall’app Google Pay.

Tutto questo è fantastico perché Google Pay ti permette di usare il tuo telefono per fare qualsiasi tipo di acquisto. In sostanza, una volta che hai precaricato la carta Postepay nel portafoglio virtuale di Google, tutto quello che ti resta da fare – quando devi effettuare un pagamento – è sbloccare il telefono, attivare Google Pay ed avvicinare lo smartphone al POS. Effettuata a transazione, vedrai una notifica con l’importo che è stato addebitato sulla carta. Niente sorprese!

Ordina la carta prepagata Hype

Un altro vantaggio significativo è che Google Pay non addebita alcun costo di transazione quando effettui dei pagamenti.

Conclusioni

In questo articolo, abbiamo esplorato i vantaggi di accoppiare Google Pay con Postepay. Il grande vantaggio è che non hai più bisogno di portare con te la tua carta fisica, perché una volta che l’hai caricata sul portafoglio virtuale di Google (Google Pay) puoi effettuare pagamenti tramite il tuo smartphone.

Un altro importante vantaggio si trova nella sicurezza, perché, quando si paga con il telefono bisogna sbloccarla con la propria impronta digitale o attraverso il riconoscimento facciale.

Infine, a differenza di altri metodi di pagamento, Google Pay non ha costi: il servizio è completamente gratuito!

Carte prepagate consigliate

Stai cercando una prepagata? Prima di decidere quale scegliere tra le tante oggi disponibili ti consigliamo di leggere le nostre recensioni. In particolare, consulta la nostra classifica delle migliori carte prepagate con IBAN.