Differenza fra saldo contabile e saldo disponibile

Stai controllando il tuo estratto conto online e fra le varie voci noti due termini: saldo contabile e saldo disponibile. Li hai visti anche altre volte, ma ancora non sai cosa significhino esattamente né quali siano le differenze fra i due.

Se ti trovi in questa situazione non preoccuparti, non sei solo. Molte persone non conoscono la differenza precisa che c’è fra l’uno e l’altro dato, e questo può creare confusione. Detto ciò, è però importante colmare questa lacuna in quanto, in taluni casi, una errata interpretazione de due importi può fare la differenza fra, il poter concludere un acquisto, o il vedersi negata una transazione per mancanza di fondi sul conto o sulla carta di pagamento.

In questo articolo esploreremo le definizioni di questi due termini e il loro significato. Sei pronto a saperne di più? Allora continua la lettura di questa guida!

Cos’è il saldo contabile?

Il saldo contabile è la somma fra e entrate e le uscite registrate sul conto corrente (in genere sull’estratto conto) a una data specifica. È molto importante comprendere che, la cifra riportata sotto la dicitura “Saldo contabile” comprende sia gli accrediti, ovvero le entrate, che gli addebiti, ovvero le uscite.

Cos’è il saldo disponibile

Il saldo disponibile, è il totale realmente spendibile presente sul conto corrente. In altre parole, è la somma di denaro a cui puoi realmente accedere ed include, se previsto, anche il fido bancario.

Perché è importante comprenderne le differenze?

Ci sono alcuni motivi per cui è importante capire la differenza tra saldo del contabile e saldo disponibile. Il motivo forse più importante è che può influire sulla possibilità di effettuare acquisti. Se sull’estratto conto prendi per buono (come denaro spendibile) il dato “saldo contabile”, è possibile che una transazione venga rifiutata se non si dispone di fondi sufficienti sul conto.

Tuttavia, se tieni conto come riferimento il cosiddetto “saldo disponibile“, questo indica effettivamente il denaro che puoi spendere in quel dato momento (è quindi importante che il dato sia aggiornato per essere affidabile).

Un altro motivo per cui è importante comprendere questa distinzione è che può aiutare a tenere sotto controllo le tue finanze. Infatti, conoscendo sia il saldo del conto che il saldo disponibile, puoi avere una migliore percezione di quanto denaro hai effettivamente hai a disposizione e prendere, quindi, decisioni finanziarie più consapevoli.

Domande e risposte

Quando diventa disponibile il saldo contabile?

La risposta è: dipende! Esempio: Quando versi un assegno sul conto il saldo contabile diviene disponibile quando la banca accredita realmente il denaro sul conto. In genere questo avviene ogni 48 ore, il tempo medio necessario per spostare il denaro da un conto ad un altro.

Diversamente, se allo sportello bancario depositi dei contanti sul tuo conto, questi sono subito contabilizzati e resi disponibili.

Dove si trova il saldo contabile?

Puoi consultare il saldo contabile (come anche il saldo disponibile) in diversi modi. Ad esempio, puoi trovare il dato nell’area personale dell’internet banking, oppure nell’app che utilizzi per gestire il tuo conto corrente o la tua carta prepagata. È possibile trovare il dato anche nel documento cartaceo “Estratto conto”, insieme alla lista dei movimenti. Ed ancora, se hai un conto corrente tradizionale, puoi richiedere il saldo aggiornato direttamente allo sportello della banca.

Cosa vuol dire da contabilizzare?

Significa che un addebito o un accredito è stato recepito ma che lo stesso non è ancora realmente registrato nei movimenti.

Conclusioni

Come abbiamo appreso, il saldo contabile è l’importo totale del denaro presente sul conto o sulla carta comprese le transazioni in corso, siano esse quelle in entrata che in uscita. Diversamente, il saldo disponibile è la somma di denaro presente sul conto che è possibile spendere o prelevare.

Ne consegue che, il saldo disponibile è il dato di riferimento per sapere effettivamente quanto denaro è realmente spendibile al netto delle entrate ed uscite contabilizzate.

Carte prepagate consigliate

Stai cercando una prepagata? Prima di decidere quale scegliere tra le tante oggi disponibili ti consigliamo di leggere le nostre recensioni. In particolare, consulta la nostra classifica delle migliori carte prepagate con IBAN.