Come ricaricare N26

Sei da poco tempo un felice possessore di un conto N26? Benissimo, ottima scelta! Costi bassi di getione e tanta efficienza grazie ad un’app fantastica. Ora però sorge una domanda: come ricaricare N26? Niente paura, in questo articolo ti spiego tutti i diversi metodi di ricarica disponibili per la tua carta così da poter sfruttare al massimo tutti i vantaggi. Andiamo!

Carta N26 con Iban - come ricaricarla

Premessa: N26 rientra nella categoria delle carte prepagate con Iban ed è per questo che può offrirti moltissime funzionalità e metodi di ricarica che fino a poco tempo fa erano impossibili da attuare.

Unica pecca – se proprio vogliamo trovarla – è che non è possibile ricaricarla in tabaccheria ma questo in genere rappresenta una esigenza poco sentita per la maggior parte degli utenti.

Come ricaricare la N26: 5 metodi facili e veloci

Sei pronto a ricaricare la tua carta N26? Bene, qui di seguito te ne descrivo ben 5! Alcuni metodi sono immediati, altri richiedono un pò più di tempo. Tu scegli quello che meglio soddisfa le tue necessità e, se accetti il mio consiglio, cerca di sfruttare al meglio le ricariche ricorrenti così sei sempre carico!

Tramite bonifico bancario

Ricaricare la N26 è facile come fare un pagamento online! Questo perché la carta è dotata di un codice IBAN italiano da cui è possibile ricevere bonifici SEPA in Euro.

Facciamo un esempio pratico su come ricaricare la carta N26. Supponiamo che hai un conto corrente con dei fondi disponibili ecco che – entrando nel tuo Home Banking – puoi disporre un bonifico a favore dell’Iban associato alla tua carta così da ricaricarla.

Ordina la carta prepagata Hype

Non solo! Sempre tramite bonifico bancario, il tuo datore di lavoro può accreditarti lo stipendio direttamente sul tuo conto e carta N26. Ecco che in soli 2 – 3 giorni lavorativi vedrai l’accredito nel saldo che puoi facilmente visionare nella app. Non devi fare niente altro: i soldi sul conto sono subito spendibili con la carta!

Sempre tramite bonifici è possibile effettuare versamenti ricorrenti così da ricaricare la N26 periodicamente in modo totalmente automatico. In questo modo avrai la sicurezza che il saldo sia sempre positivo.

Attenzione: per chi è poco pratico c’è da specificare che, l’attivazione di bonifici ricorrenti, deve essere predisposto dal conto che trasferisce denaro. Per sicurezza chiedi maggiori informazioni alla tua banca se questa tipologia di servizio è attivabile e quali sono i costi previsti.

Ed ancora, puoi ricevere l’accredito con un bonifico bancario istantaneo. La persona che vuole effettuare una ricarica con deve poterlo impostare nel momento del suo inserimento. Anche in questo caso la funzione deve essere supportata dalla banca che emette il pagamento.

Per concludere, se sei un libero professionista, un freelance o più in generale hai una partita Iva ed hai sottoscritto un conto N26 Business, potrai ricevere il pagamento di una parcella su quest’ultimo attraverso l’accredito di un bonifico bancario. La ricezione avverrà nei tempi sopra descritti, senza costi aggiuntivi.

Ricarica tramite accredito dello stipendio o pensione

Come ti ho già accennato, sul conto carta N26 è possibile far trasferire le entrate fisse provenienti dallo stipendio o dalla pensione. Questo significa avere sempre a disposizione sulla propria carta prepagata i soldi non appena avviene il l’accredito mensile.

Per avere questa modalità di ricarica attiva, è sufficiente che tu fornisca l’Iban al tuo datore di lavoro o all’INPS. Mensilmente avverrà l’accredito, con il saldo del tuo conto aggiornato in tempo reale nel momento in cui il trasferimento viene completato. I tempi variano a seconda delle procedure interne della banca che effettua il versamento – in genere 2, 3 giorni -.

Ricarica in contanti con CASH26

Ricaricare la N26 tramite il sistema CASH26 è davvero semplice. Bisogna ammetterlo: quelli di Banca N26 hanno avuto una grande idea! In pratica funziona così: dalla app trovi il negozio affiliato con la banca e li puoi versare del contante direttamente alla cassa.

Ordina la carta prepagata Hype

Ecco come funziona in pratica tutta la procedura: aperta la app N26 sul tuo smartphone 1 pigia sull’icona “Gestisci” posta in basso a destra e poi seleziona l’icona CASH26. Fatto questo 2 scegli l’opzione “Deposita contanti“, 3 ora inserisci l’importo che vuoi versare e pigia sul bottone “Avanti“, 4 a questo punto dall’app si genera un codice a barre, mostralo alla cassiera/e che provvederà a scansionarlo una volta che avrà il contante. L’accredito è immediato!

Passaggi ricarica N26 CON CASH26

I negozi abilitati a questo tipo di ricarica sono oltre 500 in tutta Italia e possono essere cercati e trovati consultando la mappa presente sull’app N26. Con il servizio CASH26 il saldo sul tuo conto si aggiorna in tempo reale.

Attenzione: in genere depositi mensili eseguiti con CASH26 inferiori a 100 Euro sono gratuiti; per i successivi invece è prevista una commissione dell’1,5% sull’importo totale del deposito eseguito. È possibile depositare fino a 999 Euro in 24 ore, con un minimo di versamento pari a 50 Euro per singolo deposito.

Ricarica tramite carta di debito o prepagata

Altro metodo per ricaricare la N26 è quello che prevede il trasferimento di fondi da un’altra carta di debito o prepagata. Questa tipologia di ricarica può essere eseguita in modo semplice e veloce direttamente dall’app. Per procedere alla ricarica è sufficiente andare nella sezione Gestisci e selezionare il tasto Sul mio conto, dopo aver inserito i dettagli della carta da cui si vorrà trasferire il denaro.

Attenzione: non è possibile utilizzare una carta di credito per ricaricare il conto N26, ma è possibile solo utilizzare un’altra carta di debito o prepagata.

Ricarica con MoneyBeam

Con MoneyBeam è possibile ricevere denaro sul proprio conto carta N26 da altri utenti, in tempo reale.

Per poter usufruire di questa funzione di ricarica dovrai entrare nell’app dedicata e selezionare la funzionalità MoneyBeam. Fatto ciò, apparirà l’elenco dei tuoi contatti e tra questi verranno evidenziati con un pallino blu quelli che hanno un conto N26. L’utente che vuole ricaricare il tuo conto dovrà semplicemente inserire l’importo da trasferire, indicando una causale per il trasferimento; l’operazione dovrà essere confermata con l’inserimento del codice Pin personale.

L’importo massimo che puoi ricevere attraverso una ricarica eseguita con MoneyBeam è pari a 1000 Euro.

Conclusioni

Eccoci giunti alla fine di questa guida. Come hai potuto vedere, per ricaricare la carta N26 puoi utilizzare diversi metodi e quindi non dovresti avere problemi per tenere sempre in attivo il tuo saldo.

Prima di decidere se questa è la carta prepagata più adatta alle tue esigenze, ti consigliamo di leggere altre recensioni, in particolare, consulta la nostra classifica delle principali migliori carte prepagate con IBAN.